giovedì 26 giugno 2014

SAN SIRO 20 GIUGNO 2014

 
 
SE C'ERAVATE, C'ERAVATE.
SE NON C'ERAVATE, PEGGIO PER VOI!



LEGGERE QUI PER CREDERE!

REPORT SFIGHE

Eh oggi gira così, questo post sarà un elenco di sfighe capitate negli ultimi tempi.

Sfiga no. 1
Sapete tutti che il PG si è squartato un dito del piede una ventina di giorni fa, inizia ora a essere in via di guarigione definitiva

Sfiga no. 2
I controlli al seno di mia mamma non sono andati bene, in una quindicina di giorni dovrà essere nuovamente operata (terzo giro in meno di 7 anni).

Sfiga no. 3
Mio papà ha pensato bene di sentirsi male qualche giorno fa, mentre era in ospedale con mia mamma per i suoi controlli. Una settimana di accertamenti in ospedale, e domani pronti via, peace maker.

Sfiga no. 4
Lunedì la macchina mi ha abbandonata in un parcheggio. E meno male che ero in un parcheggio vicino casa e non è morta chissà dove!

Sfiga no. 5
Il PG ha gli esami di terza media, orali oggi. No, questa non è una sfiga, ma a dire il vero aumenta un po' il carico d'ansia.

Tutte queste sfighe hanno portato un certo qual ribaltamento dei programmi per l'estate, in particolare a riguardo del Nin - unico membro della Puff Famiglia non autonomo e bisognoso di baby sitting (che era affidato ai due nonni ospedalizzati....). In realtà questo è sfociato nella

NON sfiga no 1
perché ho trovato inaspettatamente posto al centro estivo della piscina comunale, dove una insegnante di nuoto nazista (devo dirvi come si chiama? il nome mi perseguita!) in un giorno è riuscita là dove nessun uomo era giunto prima... no volevo dire, là dove io ho fallito per almeno 5 estati a fila.  C'è caso che quest'anno lo porto al mare che sa nuotare, vivaddio.

Ecco.
Ciò debitamente premesso, datemi il mio canonico litro di mojito, e nessuno si farà male.


mercoledì 18 giugno 2014

ADOLESCENTI

Prendo spunto da un bellissimo post su Facebook della mia pedagogista preferita (http://www.straordinariamentenormale.it/) per dire qualcosa che andrà moooolto contro corrente.

A me piace, l'adolescenza. La ADORO.

Ora chiariamo. Dice la signora di cui sopra che avere un figlio quattordicenne è come avere 14 neonati che piangono tutti contemporaneamente e ognuno che vuole cose diverse nello stesso momento.

Questa descrizione meriterebbe di entrare negli annali di tutte le pubblicazioni di pedagogia dell'universo, perché la precisone e la poesia con cui la situazione è descritta non ha francamente eguali.

Ora è anche vero che io sono stata graziata con un adolescente che ha si tutte le caratteristiche proprie dell'età (casinista, svogliato, musone, arrogante, oppositivo, presuntuoso.....) ma che d'altra parte è anche molto maturo, sensibile (quando vuole) e soprattutto ragionevole. Quindi mi annovero tra le fortunate.

Credo che ogni età sia bella per motivi diversi, ma l'adolescenza secondo me è proprio speciale.

Li vedi, i ragazzi, che stanno li penzolanti con un piede dentro l'infanzia e l'altro tutto proteso verso l'età adulta... mi piace quest'aria esplorativa che hanno, questa voglia di fare e spaccare il mondo, di scoprirsi, di sfidarsi. Li vedi impacciati che non sanno come cavarsela in una certa situazione, ma vogliono a tutti i costi farcela con le loro forze.

E poi, vogliamo parlare dei primi palpiti del cuore?
Quanta tenerezza c'è in un giovane che guarda il telefono mormorando "squilla... e dai squilla... allora, vuoi squillare??" solo per poi rispondere "ah.. sei tu? scusa non avevo riconosciuto il numero" con aria indifferente quando quello, finalmente, squilla davvero?

E vederli che si districano con le prime difficoltà vere (ogni riferimento agli esami di terza media in corso è puramente casuale), come reagiscono, come aggiustano il tiro, come sbagliano e cercano di rimediare, anche con modalità francamente improbabili............

E poi le prime conversazioni vere, quelle sì sono una magia pura!
E' qualche tempo che il PG non si alza più da tavola la sera con suo fratello per andare a vedere la TV, ma si ferma in cucina con noi a chiacchierare. Chiede cose, indaga su come eravamo alla sua età, a volte persino, se è molto molto di buon umore, rivela spontaneamente qualcosa di sé.. è rilassato, tranquillo, sorridente, e intravvedo uno spiraglio dell'uomo che sarà... e mi piace. Mi piace davvero.

Ecco.
Ciò debitamente premesso, credo che tra 5 anni, quando il Nin raggiungerà l'età in questione, la penserò diversamente assai...... perché lui si che promette di essere un vero ed autentico sfracello.











martedì 17 giugno 2014

MA QUALE KARMA!!

A volte mi chiedo se sia il destino che si accanisce con certe persone, o se non siano invece le persone che si tirano addosso le sfighe.

E come sempre più spesso mi accade, mi rispondo.... dipende (se sia segno di saggezza o senilità non è chiaro).

Per esempio c'è una mamma della scuola del Nin, che tutto quello che può succedere di male a livello di rapporti coi compagni, coi professori, con gli amici all'oratorio, succede ai suoi figli (uno compagno del Nin, l'altro in prima media). Persone che sono sempre vittima di qualche ingiustizia, di qualche prevaricazione. Vessati, eternamente. Forse perché è più facile, quando ti vedi tornare a casa un figliolo pestato come una zampogna, dire "poverino lo perseguitano, se li becco...." piuttosto che ammettere che le prende perché è uno stronzo che provoca fino a quando gli altri non ce la fanno più.

Come nota personale aggiungerei che certe mamme se stessero un po' più nel loro invece che intromettersi, farebbero un gran bene. Ma questo esula dalla nostra trattazione odierna.

Poi invece ci sono persone che vuoi per le esperienze passate, vuoi per l'educazione ricevuta, vuoi per il carattere che hanno, vanno inconsciamente sempre a ficcarsi in qualche situazione troppo complicata, troppo dura, troppo pesante da gestire con le sole due spalle che Dio-o-chi-volete-voi ci ha dato. Persone che magari sono abituate non dico necessariamente a subire, ma quantomeno ad adattarsi e che si appiattiscono in una situazione non congeniale, e somatizzano. Non dormono, non mangiano, piangono, sono infinitamente infelici quando dovrebbero solo godersi la vita.

No, non sto parlando in linea puramente teorica
e no, non sto parlando di me.

Ecco vorrei dire a queste persone... non fatevi schiacciare dalle contingenze, dalla situazione. Siate positive, anche se siete stanche, amareggiate, preoccupate. Impaurite. Avere paura è naturale, solo gli stolti non ne hanno. Ma non abbiate paura di aver paura! Accettatela, questa paura, imparate da essa!
Non giudicatevi, non abbattetevi, non siate le più impietose critiche di voi stesse. Accettatevi per quello che siete, e se avete delle debolezze,  ebbene e allora? Tutti ne abbiamo! Non è proprio il caso di farne un dramma!

E alla mia amica cui queste parole sono rivolte, se leggi mia cara...  non affidare la tua serenità all'esterno di te stessa. TU puoi costruirla la tua serenità, tu da sola, puoi farlo, lo sai che puoi farlo! Non delegarla, non farla dipendere da altre persone o da situazioni che sono contingenti. Cerca DENTRO di te, non fuori i motivi e gli stimoli per stare bene! E' anche il momento, no? E' il momento.

A volte penso che la mia vita sia in fondo infinitamente facile.



sabato 14 giugno 2014

GRIGIO O NON GRIGIO?

Un pauo di giorni fa il PG versione supertruzzo mi chiede di passare, tornando dall'ufficio, a comprergli le canottiere di Intimissimi, che lui usa non come intimo ma per andare in giro mostrando pettorali, bicipiti e quant'altro (abbiate compassione, non dite niente....)

Ci accordiamo che se le avessi trovate esattamente come quella che ha già, le avrei comprate e via, altrimenti l'avrei chiamato dal negozio.

Le canottiere c'erano, esattamente uguali, ma all'ultimo minuto vengo colta da scrupolo e lo chiamo lo stesso.

- allora PG, sono qui al negozio, te le prenderei nera, grigia e blu.
- maaaaaa... Altri colori?
- ci sono solo questi
- no ma dai, che schifo, grigia no non la voglio, ma dai che brutto, non mi piace!!!!
- va bene, te ne prendo solo due allora..
- si dai prensimene solo due. Fai così: o grigia e nera, o grigia e blu.
...
...
...
- no, scusa, ma per caso ti droghi? Hai appena finito di dire che grigia ti fa schifo...
- non é vero!
- ... E comunque non ha senso, tre sono in offerta e conviene di più che prenderne due.
- e va bene, allora prendile tutte e tre, ma non starmi addosso ......

Ecco, quest'ultima cosa per sua immensa fortuna l'ha detta ridendo, altrimenti le canottiere sarebbero magicamente diventate un solido cappio che gli avrei passato al collo non appena giunta a casa...

E comunque per la cronaca, l'ho trovato ad attendermi a torso nudo che aspettava per uscire con una delle canottiere nuove. Indovinate quale....?

giovedì 12 giugno 2014

FATTO? FATTO!!!

Bene, dunque.

Rapida spunta e resoconto dell'ultimo periodo...

Scuola finita, fatto.
Festa della scuola del Nin, fatto
Festa della scuola del PG, fatto (ovviamente tutte due lo stesso giorno e ora)
Prove e saggi  di arti circensi del Nin, fatto (chiaramente lo stesso giorno della festa scolastica)

 
Partecipare festa dell'oratorio, fatto.
Mangiare sano (salamelle e patatine), fatto.

Togliere punti al piedonzo del PG, fatto
Riaprirsi la ferita mezza giornata dopo aver tolto i punti, fatto
Bestemmiato in aramaico dietro al dottore, fatto
Richiusa ferita, fatto

Interrogare il PG sulla sua tesina d'esami, fatto... fatto.... fatto... fatto.... fatto..... (io so tutto!)

Ritirare pagella PG: da fare oggi alle 18
Incominciare esami di terza media: da fare domani mattina alle 9.00

Il tutto con la peggior SPM in corso degli ultimi 10 anni!

Eccheppalle.
Datemi il mio magnesio, e nessuno si farà male!


Vi segnalo un picColo video, se avete voglia di vederlo, dello spettacolo di fine anno della classe del PG. Si intitolava "l'Armonica del Soldato" in pratica la storia era quella di questo soldato con una armonica magica, che girando per il mondo trovava persone che usavano reciproca violenza e le faceva tornare in pace suonandola. Sono stati toccati quelli che i ragazzi considerano i principali problemi del mondo di oggi, tra cui la mafia, la violenza sulle donne, il bullismo e le guerre tra bande. Il PG lo riconoscete facilmente, è quello con le stampelle...

 


video


mercoledì 4 giugno 2014

RONCOLAAAAA!



PG: mamma ma che  $*#*$%  ti sei comprata?
Puff: Scarpe.....
PG: no, scusa, non vorrai mica uscire in quello stato...
Puff: certo, perché non ti piacciono?
PG: no ma fanno schifo! Ti prego non puoi.... nemmeno una bambina se le metterebbe....

Tira fuori il cellulare e mi fotografa i piedi

Puff: scusa neh, ma se ti fanno schifo che le fotografi a fare?
PG: perché così quando sarai vecchia e i miei figli diranno "ma la nonna è saggia", io gli farò vedere questa foto, altro che saggia!

...
...
...

Roncolaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!