lunedì 8 aprile 2013

HO DECISO

Ancora una volta grazie a tutte
Davvero mi fa sentire in cima a tutte le liste del mondo che ci siano tante amiche che si preoccupano per me, e che sono pronte a schierarsi al mio angolo sempre e comunque.

Grazie davvero.

Ho deciso di dar retta alla gemella buona.
(O quantomeno di provarci al meglio delle mie capacità)

Dopo aver parlato e pianto e pianto e parlato di giorno e di notte negli ultimi giorni, non c'è più niente altro, io credo, che io possa dire a lui e lui a me.

Si, mio marito ha preso una sbandata.
Si, è durata un po' (causa-effetto o comunque in certa misura parte della nostra crisi coniugale) ma ora è finita.
Da due anni, dice, sono solo amici (tant'è che lei si è sposata l'anno scorso)
Si, ha mantenuto improvvidamente e con una elevata dose di leggerezza, un rapporto stretto con questa persona, e no, questo non mi piacerà ne credo sarà mai in grado di accettarlo. Mai. E poi mai, e poi mai finchè avrò vita. Tantomeno quel cazzo di messaggio di compleanno, inesplicabile ed inesplicato (che, immagino, sia solo la punta dell'iceberg, quello che ho visto con i miei occhi... su quello che non ho visto, chi può esprimersi?)


Ma ci sono fardelli che francamente non vale la pena di portarsi dietro, specie quando fanno parte dell' "immutabile passato".

Presente e futuro non sono immutabili, ma si possono cambiare.
Anche scommettendoci sopra, anche rischiando.
Il rischio di fare la figura della moglie cornuta e contenta, c'è.
Non è che non lo sappia.

Questo non significa chiudere gli occhi, non significa fare "come se" niente fosse successo.

Non significa nemmeno essere "buonisti" a tutti i costi, come spesso mio marito mi rimprovera di essere, quando cerco nel comportamento delle persone ragioni che vadano al di la del generico "quello li è uno stronzo testa di cazzo" - senza capire che di questo mio supposto buonismo lui è il primo beneficiario.

Significa però smettere di considerarlo solo come un disastro abbattutosi sul mio cinguettante Mulino Bianco (completo di uccellini che cantano, sole che sorge, gioia pace armonia, serenità e un happy ending sancito per costituzione), e cominciare a farne tesoro come si fa con le esperienze. Significa lavorarci sopra. A 4 mani, sia  charo.

Perciò ecco quellO che cerco di fare:mollare il cazzo di Fardello.

VaffAnculo al fardello
Vaffanculo alle seghe mentali
Vaffamculo agli arrovellamenti
Vaffanculo ai discorsi pesi
Vaffanculo all'insonnia e ai sogni del cazzo
Vaffanculo alla bomba sul MIO Mulino Bianco (ciao Giul!)
Il mio Mulino è un rifugio antiatomico cazzo!!!!

Amor Vincit Omnia.





** modificato e aggiornato il 9 aprile **


31 commenti:

  1. "Amor Vincit Omnia"
    ...non resta nulla da dire, se non augurarti/vi ora e sempre tanta serenità.


    RispondiElimina
  2. Il rischio di figurare come cornuta e contenta c'è sì, ma 20 anni - e che anni! - ci si pensa mille volte prima di buttarli... e poi sai quanto costa un rifugio antiatomico nuovo? :)

    RispondiElimina
  3. Sono d'accordo su alcune cose tipo il non dire "o io o lei perchè hai già perso in partenza", vietargli di vedere/sentire l'amica/collega etc, sono anche parecchio d'accordo sul fatto che certi scogli o li superi oppure rimangono lì in bella vista a prendere la polvere (tu li chiami fardelli, io scogli ma la sostanza non cambia). Non sono d'accordo sulla solfa che l'amore vince su tutto perchè proprio non ci credo, mi viene in mente solo la faccia di Madre Teresa o qualche santino di San Francesco. La vedo forse nel senso più "cristiano" del dare senza nulla in cambio. Io invece sostengo il do ut des ("tante teste tanti mondi" si dice, no?). Non fraintendermi, capisco perfettamente la tua posizione. Anzi no, però provo a mettermi nei tuoi panni e dopo 20anni di relazione, i figli e tutto il resto non è che una molla alla prima difficoltà. Credo nella coppia adulta che si rimette in gioco e prova nuovi modi di costruirsi, si spera in più consapevole e sensibile verso l'altro (ma questo solo il tempo te lo dirà).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, niente Madre Teresa (benchè sia una donna che ho ammirato moltissimo). Non sono nemmeno cattolica, figurati :-)

      Amor vincit omnia significa per me che quando c'è l'amore, non ci sono difficoltà insormontabili.

      Elimina
  4. Io sono dalla tua parte qualsiasi decisione tu abbia preso. L'impegno da parte di entrambi la potrà tramutare in un successo e nell'evolversi della storia di un grande amore...la vostra!!!

    RispondiElimina
  5. E l'immagine del Mulino Antiatomico mi piace tanto... :)

    RispondiElimina
  6. Non ce l'hai un'amica che ti dia una scrollata?
    Ma forte, intendo.

    Tuo figlio si atteggia a seduttore sciupafemmine, alla sua età, e la cosa non ti suggerisce niente? Che esempio state dando ai vostri figli? Di come si tratta e di come accetta di essere trattata una donna?

    Il pigmeo è lui, non tu. Un omuncolo.
    Tu avresti metà della vita davanti, da vivere con dignità.
    In fondo basta chiamare un fabbro e cambiare una serratura.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d'accordo...è la DURA verità, a mio avviso.

      Cosa c'entra la firma o meno, così sai verso chi portare rancore? Piuttosto, ti è stata data una chiave di lettura intelligente su cui io rifletterei, invece di concentrarmi sulle sciocchezze. Te la prendi di più cn l'anonimo che con tuo marito.

      Elimina
    2. Caspita, è bello che ci sia chi ha la verità in tasca dopo appena due o tre post. Di più: la DURA verità!!
      Devo proprio essere deficiente, che ci vivo in mezzo e ancora non l'ho capito!!

      Quale sarebbe l'intelligente chiave di lettura? cambiare la serratura della porta? poveri noi!! Oppure è pensare che un figlio dodicenne (dodicenne e debosciato, visto che incredibilmente gli piacciono le ragazze!) sia coinvolto minimamente nelle questioni coniugali???

      Certo che c'entra la firma.
      E' come quando c'è una manifestazione e dal centro della folla una anonima mano lancia una pietra. Chi si prende la responsabilità?? nessuno!! Stessa cosa. sputare sentenze lo sanno fare tutti. Sputare sentenze con la propria faccia o nome e cognome è tutta un'altra faccenda.

      Elimina
  7. Vivere con la dignità di una donna significa fra le altre cose avere consapevolezza delle proprie scelte, decidere con la propria testa e perseguire i propri obiettivi, indipendentemente dai commenti su un blog di qualche anonimo sputasentenze privo finanche del fegato per firmarsi.
    E questo, che tu ci creda o meno, vale 100 serrature nuove.

    E poi..... Non crederai di essere davvero "anonimo", vero???????

    RispondiElimina
  8. Tesoro che dire...non sei una cretina e avrai valutato bene la tua scelta: spero solo sia l'ultima volta in cui ti trovi di fronte a un bivio simile almeno per quanto riguarda questa storia.
    :-*

    RispondiElimina
  9. spero che sarai felice mentre declamerai quanto è un gran marito il GG lui si starà chiavando allegramente S.
    I LOVE YOU MY LITTLE MONKEY (cit.)
    W IL TRIANGOLO!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. chiavando?
      chiavando?

      ma che, sul serio c'è ancora in giro gente che usa il verbo "chiavare"????

      Non avrei detto!

      Elimina
  10. Oh minchia,post come questi ti fanno beccare in sacco do troll... Avete mica un antibiotico??

    RispondiElimina
  11. Hai fatto, farai ogni giorno, una scelta acontrocorrente, e la fai ad occhi aperti, in coerenza con la tua idea di quel che puo' e deve eesre un matrimonio. Sei coraggiosa, ed io spero, con te, che tuo marito si renda conto di quanto profondo sia l'amore di chi sceglie di ricostruire, continuare, riprovare, ritrovarsi. Per quel che puo' contare spero ti arrivi da me un grande sorriso peino di calore, ed un abbraccio di incoraggiamento.
    con affetto da oltreoceano.

    RispondiElimina
  12. Hai fatto la tua scelta ed io mi auguro davvero che sia quella più giusta per te, per il GG e per i vostri bellissimi figli. Hai scelto la famiglia e l'amore, mi auguro davvero con tutto il cuore che il GG dopo quest'ennesima dimostrazione di amore incondizionato elimini per sempre quel "non si può mai sapere" dalla sua testa.
    Un abbraccio grande

    RispondiElimina
  13. Puffola, lascia stare gli anonimi che sono anonimi..... Le scelte le fai tu. E comunque mai e poi mai ti avrei consigliato di mollare GG. Capiterà che entrerai di nuovo in crisi per questa storia..... ma tieni in mente questo post e torna a leggerlo. Perché ciò che hai scritto è bellissimo. Un bacione!

    RispondiElimina
  14. Scusa Puff, io non sono un troll ma certi pensieri sono balenati anche a me.
    Spero che tu sia serena.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certi pensieri sono balenati a tutti, Mafalda, me compresa.
      Ma una cosa è un pensiero che balena, una cosa è entrare in casa d'altri e scrivere "spero che sarai felice mentre declamerai quanto è un gran marito il GG lui si starà chiavando allegramente S."

      Ti pare?

      Elimina
  15. Sono un po' di giorni che non seguo bene i miei blog preferiti e mi era del tutto sfuggita la faccenda... Mi spiace tanto. :(
    Però, ho di te un'immagine estremamente forte e in gamba e so che farai ciò che è meglio per te e la tua famiglia. Un abbraccio.

    RispondiElimina
  16. "Tu avresti metà della vita davanti, da vivere con dignità.
    In fondo basta chiamare un fabbro e cambiare una serratura." chi dice questo, non sa. non ha la benche minima idea di che cosa significhi. Non mi piace la gente che giudica con tanta facilita'- posso capire non essere d'accordo, ma semplificare no. non si puo' semplificare quando ci sono 20 anni di vita insieme, di progetti portati avanti e ancora da consegueire, non si puo' semplificare con dei figli di mezzo. La maggior parte delle persone pensa che sia come lasciarsi a 20 o 30 anni dopo qualche anno insieme: soffri un po', anche un po' tanto, ma poi..passa.
    Passa un cazzo, e anche quando hai le migliori motivazioni del mondo, della tua dignita' te ne fai una sega...detto francamente. Perche' se non esistono le famiglie del mulino bianco, manco esistono le separazioni del mulino bianco, o le crisi del mulino bianco. Ma che cosa pensate sia stare insieme tutta una vita? cosa? davvero credete che sia " e vissero felici e contenti?" stare insieme tutta una vita a volte significa anche questo. non sempre, certo. magari qualcuno ha la fortuna di avere una persona sempre corretta vicino,risolta. qualcuno ha anche la fortuna di sapere cosa vuole, e di non perdersi mai. qualcuno ha la fortuna di NON SCOPRIRLO MAI. ma poi c'è anche chi si perde per strada...chi sbaglia e inciampa. Ma sti cazzi delle corna ( reali o platoniche) qui quel che brucia sono le bugie, la complicita', la distrazione, l'assenza ( se e quanto c'e' stata) è con queste che fai i conti quando vivi queste situazioni.Sono queste , tra le altre, le cose che ti devi mettere alle spalle. Ci vuole coraggio e motivazione.Non bastano i figli per darti la motivazione. Ma serve l'amore e la consapevolezza che vivere signfica sporcarsi le mani a volte...cadere e rialzarsi. ANCHE E ANCORA IN DUE. Nessuno signori, nessuno è al riparo dall'errore. quel che conta è la volonta' di rimediare...E ALLORA ammiriamo chi, inciampando, vuole rialzarsi, ricostruire.
    le soluzioni facili, le frasi fatte....spendiamoli altrove. qui serve rispetto per chi legge e per chi racconta. IN PRIMIS.

    RispondiElimina
  17. E poi ci si chiede perchè c'è la crisi dei sentimenti, perchè ci sono i divorzi in aumento e le storie d'amore non durano: finchè c'è gente che alla prima difficoltà pensa che "basta cambiare la serratura"...

    Puff, sono con te. In tutto e per tutto. Lui TORNA DA TE ogni notte, ogni giorno. Con te ha una famiglia, con te ha due figli meravigliosi. HA SCELTO TE.
    Ha avuto una sbandata? Ma AMEN. A chi non succede, in momenti di crisi, suvvia?
    Non trinceriamoci dietro ai buoni propositi, siamo tutti esseri umani con le nostre debolezze.

    Io ho avuto una crisi profonda, ormai 7 anni fa. Apice della crisi 26 marzo 2006. Non me la dimenticherò mai, quella data, perchè è stata tanto terribile quanto risolutiva: abbiamo rimesso tutto in gioco. Con tutte le nostre debolezze, le nostre difficoltà.

    Il passato è passato. Non lo puoi cambiare, ma lo puoi affrontare e sfruttare per riparare i danni subiti dal Mulino Antiatomico. E avendo scoperto i punti deboli, saprai anche fortificarlo e migliorarlo.

    Fanculo (perdonami il termine) a chi non sa cos'è il VERO AMORE. Quello che si costruisce giorno per giorno, anche con lacrime, lavoro e fatica. Quello che "a volte bisogna mordere l'aglio e dire che è dolce" (Cit.).
    Fanculo a chi vive di soli innamoramenti e pensa che le persone non possano sbagliare ed avere una seconda possibilità.

    Sempre in latino il mio motto: Per Aspera ad Astra :)

    Tifo per VOI, Puff :*

    RispondiElimina
  18. Prendere coscienza che il matrimonio perfetto non esiste perchè non esistono persone perfette è un buon passo per la felicità.

    RispondiElimina
  19. La "felicità" ce la costruiamo noi, è solo nelle nostre mani e sono contenta che tu abbia deciso di andare a prendertela.
    Un abbraccio virtuale!
    V.

    RispondiElimina