venerdì 12 aprile 2013

LE CASTAGNE DAL FUOCO.... PG ALLA RISCOSSA.

Il ragazzo mi da delle soddisfazioni, come negarlo.

Un paio di giorni fa i miei genitori sono venuti a tenere i miei figli mentre io ed il GG siamo andati al cinema (film d'essai, G.I.Joe...). Arrivati verso le 18.30 a casa mia hanno trovato un Ninnolo stremato dopo la lezione di judo e bellamente ronfante sul divano.

Che, alle 18.30 è un bel problema.... che fare, svegliarlo per cena o lasciare che tiri lungo, col rischio però che alle 4 di mattina sia arzillo e zampettante??

Verso le settemezza mia mamma inizia la tiritera.
Delicatamente, piano piano, si avvicina al Nin sussurrandogli dolci paroline all'orecchio.
"amore.... svegliati... piccipucci... tesorino di nonna... apri gli occhietti....."
Mezz'ora di questa solfa, niente da fare.
Per le otto torna il PG dal suo allenamento.
- Nonna! Ma il Nin dorme!!
- Eh, si....
- Ma sveglialo, no???
- Eh... ci ho provato... ma non riesco.....

Il PG rivolge alla nonna uno sguardo di compatimento, molla la borsa del judo in mezzo al corridoio (dove l'ho poi ritrovata al rientro dal cinema, ndr) e si dirige verso il fratello addormentato.
Lo piglia su, lo ribalta, lo mette in piedi davanti a lui e con fare deciso gli dice "Dai Nin, è pronta la cena". Il Nin spalanca gli occhi, si guarda attorno e si dirige a passo marziale verso la pastasciutta.

Il PG rivolge alla nonna il secondo sguardo di compatimento nel giro di 30 secondi e mormora "Tse! dilettante!"

Ieri sera.
Prima volta in 5 anni e mezzo di vita, il Nin fa i capricci perchè non vuole andare a dormire.
Cerco di blandirlo, ma lui niente, se ne sta saldamente ancorato sul divano, occhi fissi su Cartoonito.
Dopo qualche minuto di trattativa infruttuosa, lo prendo su e lo porto in camera.
Mi siedo sul letto, lo metto in piedi davanti a me ed inizio a provare a spogliarlo.
Quello, incaxxato come una pantera e rigido come uno stoccafisso che manco si riusciva a sfilargli la maglia dalla testa, figuriamoci i pantaloni! Stavo già per ricorrere alle maniere dure quando il PG si alza dalla scrivania, mi guarda con aria complice e mi fa segno di lasciarlo andare.
Se lo tira in braccio e gli sussurra poche sconosciute parole all'orecchio.
Il Nin salta giù dalle braccia di suo fratello, va in bagno e senza fare una piega si spoglia, si mette il pigiama e si infila sorridente nel letto.

E' chiaro che NON voglio minimamente sapere quale misteriosa ed elitaria comunicazione sia intercorsa tra i due..... sono solo felice che le loro interazioni comincino a non limitarsi più a reciproci dispetti e botte da orbi :-)


E PER DARE A CESARE QUEL CHE E' DI CESARE, 
ECCO UN ASSAGGIO DELLA BRAVURA DEL PG 
AL SUO CORSO DI ARTI CIRCENSI!!!!!!



video










4 commenti:

  1. Io invece lo vorrei proprio sapere cosa gli ha detto..... giusto per usare la stessa tattica in caso di bisogno ;-)

    RispondiElimina
  2. Secondo me si son messi d'accordo!!!!!! :-))))))))

    RispondiElimina
  3. I fratelli maggiori hanno sempre una chiave speciale per sbloccare i lucchetti dei fratelli minori.....

    RispondiElimina
  4. che scenetta bellissima che hai raccontato, mi fai pensare che sarebbe bello dare un fratellino a Sam ♥

    che bravo PG! quando ha iniziato a fare questo corso?
    sai che non ne avevo mai sentito parlare, credevo fossero cose che si tramandavano nell'ambiente circense e non che ci fossero delle scuole...che ignorante ^^

    RispondiElimina