mercoledì 11 maggio 2016

MI RITIRERO' IN TEXAS, AD INSEGNARE L'EVOLUZIONE AI CREAZIONISTI (cit)

Oggi su FB ho letto un articolo che riguarda l'Islanda.
A quanto pare a seguito di una ricerca condotta viene considerato il primo Paese praticamente ateo al mondo. Sono state fatte varie domande a tema religioso, e a quanto pare nella categoria sotto i 40 anni una percentuale vicina al 90% ha dichiarato di non credere in alcuna divinità - nonostante gli straordinari fenomeni naturali di quella terra, non ultima l'aurora boreale, che teoricamente dovrebbero avvicinare l'animo umano al mistero e all'insondabile.

Un altro dato importante: sempre nella medesima fascia di età, il 90% circa dichiara di credere al Big Bang e solo un 10% si dichiara creazionista.

Ora io non vorrei offendere nessuno, ma:

1) Credere al Big Bang? il Big Bang non è una cosa a cui si possa credere o no. Il Big Bang è una realtà scientifica. Sarebbe come non credere agli atomi, perchè non si vedono, o alla Rivoluzione Francese perchè non l'abbiamo vissuta. Ci sono le PROVE e davanti alle prove, signore e signori della giuria, non esiste spazio per il dubbio e confido che vi esprimerete come verità richiede (scusate, queste sere sto guardando Suits)

2) Creazionismo? Dico, seriamente? Davvero ci sono ancora persone (fuori dal Texas, come direbbe Sheldon Cooper) che ritengono di discendere da Adamo ed Eva? Questo è VERAMENTE scioccante!!! Persone che credono che un'entità barbuta e benevola dall'alto abbia generato il primo uomo e donna già così come siamo oggi? E che il mondo e l'universo siano stati creati in 6 giorni, perchè erano cosa buona? Vogliamo prendere davvero l'Antico Testamento per buono e la Genesi per realtà, quando ormai persino la Chiesa ammette che si tratta di racconti allegorici?

Tutti sanno che ho le mie idee in fatto di religione, ma troverei più credibile, per dire, che una popolazione aliena fosse arrivata sulla terra e avesse contribuito alla nascita della specie umana, che so... tramite l'uso di avveneristiche tecnologie genetiche. Il dott Zecharia Sitchin la pensava così, per esempio. E non era mica un pirla, nominandolo da vivo. Era uno profondo conoscitore delle culture mesopotamiche, uno dei pochissimi al mondo che sapesse leggere la scrittura cuneiforme così, come noi leggiamo l'ABC. Oddio, le sue teorie  al principio affascinanti, dopo un momentino iniziano a sembrare un po' roba da matti, ma dopotutto perchè no? Non è più incredibile di un essere supremo autogeneratosi dal nulla che soffia la vita in un tocco di fango. E poi, non penserete di essere gli unici esseri viventi esistenti in qualche fantastigliardo di trilioni di glassie vero? Il che comunque non risolverebbe l'annoso problema di come sia nata la vita, lo sposterebbe solo di qualche miliardino di anni luce. Roba da poco.

3) Esiste una roba chiamata Specola Vaticana che sarebbe l'osservatorio astronomico della Chiesa di Roma. Un posto in cui lavorano degli SCIENZIATI. Dopo un inizio un po' dogmaticamente controllato, oggi (dal 1993 per la precisone) la Specola si è dotata di un telescopio con i controattributi, e segue vari progetti in campo Cosmologico. Mi sono informata: parliamo di Teoria del Multiverso, e di Cosmologia Quantistica, che sarebbe lo studio "dell'effetto della meccanica quantistica sulla formazione dell'universo, o sulla sua evoluzione precoce, soprattutto subito dopo il Big Bang o anche durante o prima di esso"

Cioè signori rassegnatevi, non ci credono più nemmeno i preti alla creazione biblicamente detta. Sbarcate nel XXI secolo vi prego!!

Oppure rimbarcatevi sulla vostra nave madre, e tornate donde siete venuti qualche milione di anni fa, cari alieni. Grazie per quello che avete fatto per noi (cosa avete a che fare con l'estinzione dei dinosauri, eh? confessate!) ma ora preferiremmo continuare a camminare nella luce della conoscenza per conto nostro.



6 commenti:

  1. Io credo che "il settimo giorno dio creò il cheeseburger!" (cit)
    Scherzo, sai benissimo come la penso! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se siamo qui, da qualche parte siamo arrivati/generati/creati.
      Mi preoccupa un pò di più il dove andremo poi....
      Extra terreste, portami via, voglio una stella che sia tutta mia. Extra terreste vienimi a cercare voglio un pianeta su cui ricominciare ( cit )

      Elimina
  2. Puffola carissima,

    Discussione questa molto interessante e dai molteplici risvolti filosofici.

    Atteso che nessuno sa nulla in realtá e ci limitiamo tutti a fare le nostre pie congetture... nel chiuso delle nostre stanze.... ma hai mai pensato a cosa conduce una prospettiva puramente logico razionale ?

    Io alle volte me lo chiedo.

    Se la realtá si limita ad essere quella fenomenologica dei sensi.... ( chi lo sa ) ... ma al momento della morte ... dopo.... cosa rimane ? Il nulla ... c'e' la cessazione dell' esistenza.

    Non é un pensiero questo di una tristezza sconfortante ?

    Io non lo so ...non so dove veniamo ... non saprei dire se l'esistenza sul nostro pianeta é puramente ed unicamente il frutto della evoluzione oppure se vi é stata trapiantata esogenamente da una entitá terza.... a cui ciascuno puo' dare il nome che si preferisce. Nel rispetto della sensibilitá individuale e della propria coscienza.

    Ma se la vita umana si limita allo squallore della miseria materiale su questo pianeta di merda, popolato in massima parte da persone piu o meno miserabili e prive di qualitá quando non addirittura inutili e o dannose. Ma allora... questo lampo breve di vita a cosa serve ? Diventa oggettivamente cosi ridicola da mettersi quasi a ridere....

    Dimmi un po' andretta .. e questo vale per tutti ... anche per me ... per i lettori del blog... per chi passa e da uno sguardo fugace... etc... ma se ci pensi per un momento alla tua vita finora .. se ti guardi indietro sembra l'altro ieri che eri bambina piccola con la tua mamma ... la tua adolescenza... e oggi sei qui a scrivere del figlio grande quasi oramai ... e del babbo ottantenne e della mamma che festeggia adesso perché non si sa se e come ci si arriva tra un paio di anni.

    Il tempo vola in maniera imbarazzante... spesso tra mortificazioni, scazzi, perdite di tempo, assurditá della vita quotidiana ( se va bene qualche raro momento di felicita) ...... e poi ?

    Non puo' essere tutto cosi' inutile... dai ... non puo' essere tutto cosi' ridicolmente inutile, sfiancante, superficiale, passeggero e fine a se stesso.

    Non ricordo quale proverbio diceva ... la vita é come la scaletta del pollaio per le galline.... incredibilmente corta e carica di merda.

    Tu cosa ne pensi ?

    E tutto qui il significato della vita ?

    Qualche anno passato piu' o meno a navigare a vista in un mare escrementizio di assurditá.... e poi ... basta .. cazzo non ci posso credere.. davvero non ci posso credere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci vuole un post per risponderti... Ok? Prossimi giorni

      Elimina
  3. Argomentino spinoso mia cara, in realtà non esiste una risposta atrimenti il caso sarebbe già archiviato signore e signori della giuria ... emh scusa mi sono fatta prendere.
    La mia opinione in merito è che non si può negare l'esistenza del big-beng, ma non si può neanche sapere per certo cosa l'abbia causato, non si è riusciti a risalire al bacillo originario, insomma libero pensero. Io credo, o forse voglio credere, in un'entità superiore che ci indica la via del bene e del giusto, ma non credo negli uomini che da sempre usano la religione per addomesticare le masse .. questo è anche il motivo per cui non ho iscritto mio figlio al catechismo.
    Buona serata cara.
    Marina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io credo che questo sia IL punto, Marina!!!!!!!

      Elimina