lunedì 28 maggio 2012

IL SESSO DELLE DONNE.

Domanda: avete mai sentito uomini che si lamentano che le loro compagne gli fanno fare "poco sesso"?
Perchè magari hanno i figli piccoli, lavorano, sono stanche?
Perchè si occupano di troppe cose e non hanno mai voglia, o non si danno il tempo di averne?

Io si. A iosa.
Sfottere le mogli che trombano poco è lo sport nazionale che si pratica attorno al tavolo di un bar con una bella birra gelata in mano.

E al contrario, avete mai sentito donne lamentarsi della stessa cosa?

Io, no.
Ma proprio mai.

*** seguito commento della Pera, una precisazione. Intendo dire lamentarsi della stessa cosa con gli uomini, cioè proprio dire "uè bello ma qui non si scopa un po' pochino" all'interno della coppia. Mica tra amiche. Tra amiche si fa questo e peggio!! ***

E come mai questo, secondo voi?
Perchè le donne non hanno esigenze di tipo sessuale?
Perchè le donne sono contente se i mariti hanno poca voglia così  non rompono le balle?
(in caso, cari uomini, al posto vostro mi farei delle domande)

Perchè io (un "io" generico), in quanto donna, non posso esprimere al mio uomo un concetto di questo tipo senza ricevere occhiate o commenti di disapprovazione? Come se fosse inaudito che una donna si permettesse di insinuare che il suo maschio-alfa non la soddisfi da quel punto di vista?

Voglio dire, cari signori, son millenni che ce la menate........ avete il walzer e volete il rock'n'roll e quando avete il rock'n'roll non riuscite a ballare a ritmo??

Eh sticazzi!!!!

Li secondo me ci sono diversi livelli a cui si può "indagare" un tale argomento.

Il primo riguarda la virilità.
Il mito del maschio latino superpotente che riversa nel suo proprio pisello una grossa fetta della propria identità.
Perchè diciamolo, un uomo, per essere uomo, deve essere un tRombeur de femmes. Altrimenti non è niente, altrimenti è solo un povero piccolo frocetto con carenza di testosterone. Non è uomo.

Gli uomini, poveri cari, si sentono "devirilizzati" se qualcuno si permette di insinuare dubbio sulla loro attività notturna. Non è che si dicono "ehi, non è che magari sto lavorando troppo? non è che magari non ci sto badando abbastanza? non è che magari devo dare una leggera risistemata alla scala delle mie priorità?"

Perchè un uomo si lamenterà sempre - anche giustamente, intendiamoci, se una donna, magari anche neo-mamma, pensa prima "a tutto il  resto" che al marito (o a se stessa), ma lui, il maschio duro e puro, spesso e volentieri, che cosa fa di tanto diverso???
Lavora, torna a casa stanco come è normale, si mette a praticare un hobby, se ce l'ha, per rilassarsi... oppure si accascia sul divano a guardarsi magari la partita (o un film, o una serie TV secondo i gusti) e usa fino all'ultimissima delle risorse disponibili per stare sveglio a vedere come va a finire. Poi va a letto e ronfa prima di toccare il cuscino.
Ma invece, spegnere un'ora prima e andare a trombare? 'Azz....

E questo non significa ugualmente "pensare prima al resto"??
Che poi, voglio dire... avendo voglia di essere polemica potrei dire che almeno, "il resto" di una mamma è il suo figliolo neonato...... ma non ho voglia di essere polemica!

No. Se glie lo fai notare, un uomo per prima cosa pensa che sei tu che hai qualcosa che non va.
Perchè è più facile così che farsi un esame di coscienza.

Poi c'è anche il fatto che uomini e donne vivono il sesso in maniera molto diversa.
Se per un uomo normalmente l'orgasmo è lo scopo ed il fine dell'attività sessuale, per una donna solitamente non lo è. E li entra in gioco la questione che "soddisfare" una donna è più difficile che soddisfare un uomo.

Perchè normalmente una donna vive il sesso non soltanto come gratificazione fisica, ma anche come un momento estremamente profondo, di condivisione, di vicinanza, di compenetrazione emotiva. Una donna desidera percepire passione, trasporto, amore. E questo non è slegato ne' tantomeno slegabile dal tutto.
Ovviamente non sto parlando di rapporti sessuali "una botta e via". Per quelli, siamo poi tutti uguali :)
Sto parlando del sesso fatto col compagno di una vita.

Certo, per amor di Dio, la parte fisica non è prescindibile... ma non è tutto.
E li, come dire, non è questione di abilità tecnica.
E' questione di propensione emotiva.
E per quello che vedo e sento, sono veramente rari gli uomini che posseggono una tale propensione.
Quando un uomo chiede "ti è piaciuto" quello che intende è "hai avuto almeno un orgasmo?"
E quando una donna risponde "si" non necessariamente si riferisce a quello, o solo a quello.
Idem quando risponde "no".
Una può avere 25 momenti d'estasi in 25 minuti di sesso, ma se il suo compagno è freddo, distante, "tecnico" ma poco emotivo, lei non ti dirà mai che è stato bello.

Perchè, parliamoci molto molto chiaramente e fuori da qualunque tipo di moralismo sessista: non c'è praticamente nulla che un uomo possa fare a una donna che una donna non possa farsi anche da sola.
Perciò, a che pro verrebbe il sesso, se fosse solo quello?

Infatti per questo non capisco gli uomini, come fanno a dire che sesso e amore sono slegati.
Certo, possono esserlo, ma quando non lo sono, non è forse il massimo?
Il GG, ad esempio questa affermazione non la capisce, non la comprende proprio.
Per lui sesso è sesso, amore è amore.
Uno di qua e uno di la, in qualunque circostanza.
Per me, proprio no.

Ed ecco che arriva il punto del perchè certe donne, a volte, quando si liberano dai condizionamenti, dalle tradizioni, dalle abitudini, dalla paura, osano chiedere sesso, o più sesso al proprio compagno.
Non certo per quei 2-3 secondi di "contatto con la Dea" come si diceva un tempo, ma per tutto il resto. Ed è un "resto" che non mente.

Ed ecco perchè gli uomini davanti a una richiesta del genere, ti guardano come se ti vedessero per la prima volta. Non capiscono. Parlano un'altra lingua.

Con tutte queste differenze, c'è da chiedersi come il genere umano sia sopravvissuto alla selezione naturale

:-)









8 commenti:

  1. A me succede che se mi si fa notare una cosa, poi non la faccio per principio. Consorte lo sa. Che sia sesso o no. E ogni tanto se mi va di sfotterlo lo faccio tranquillamente :-)

    RispondiElimina
  2. Boh, non mi trovi del tutto d'accordo, a me sembra un po' un vecchio cliché... almeno, nel mio vissuto, noi donne si chiacchiera eccome di sesso e di quanto lo pratichiamo e di quanto i nostri uomini siano "pronti all'uso". E lo facciamo con serenità e leggerezza.
    Al contrario, i maschi che conosco, sull'argomento sembrano più riservati e schivi. Il che, tutto sommato, mi piace pure, perché mi sembra proprio un abbattimento dei luoghi comuni.

    Però dato che le tue osservazioni, che mi vedano daccordo o meno, mi piacciono un sacco, vorrei chiederti un parere sul perché il mio uomo, con cui fra alti e bassi ci si ama e ci si attrae, quando sono incinta mi veda come il tipo del film alien a cui a una certa esplode lo stomaco, e si tengs lontano mille miglia (salvo poi saltarci addosso per una notte di passione in cui giura e spergiura che cambierà atteggiamento, salvo poi scordarsi le promesse e tornare a girarmi al largo per settimane...) senza riuscire, né direttamente né indirettamente, e farlo rilassare sull'argomento...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io, Pera, chiacchiero con le amiche di queste cose e alle volte mi viene da pensare che lo facciamo in modo addirittura più "primitivo" di quanto non facciano gli uomini tra loro.
      Ma io parlavo del rapporto tra uomo e donna su questo argomento.
      Si, anche io credevo fossero dei vecchi clichè e come tali li trattavo. Se non che ho poi dovuto ricredermi.

      Quanto al sesso-con-panzona....... amica mia, il GG uguale.
      che devo dirti?
      Io vedo due motivi:
      1. la paura di far male, o comunque il considerare la donna intoccabile in quel periodo
      2. con la panza proprio nun je piacciamo. E fine del problema.

      :)

      Elimina
  3. Mi sa che l'Ing. proviene da un altro paese. Non è mai stato un tRombeur, non parlava di sesso con gli amici, non si bulla mai e addirittura non si è mai lamentato della carenza modalità deserto del sahara che si è creata da quando sono rimasta incinta. Dei due è un problema più per me perchè temo che a lui pesi e non voglia dirmelo e invece non fa altro che rassicurarmi in merito. Lui dice che amore e sesso sono legati e che nella coppia e nell'amore ci sono cose talmente più importanti che se il sesso passa in secondo piano non c'è nulla di strano..
    Credo che me lo terrò ben stretto il ragazzo :PPPP

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo che faresti proprio bene a farlo :)

      Elimina
  4. Il sesso maschile si divide in uomini e buzzurri.
    Appello a tutte le donne:
    operare immediatamente rieducazione dei buzzurri, pena l'estinzione del genere uomo!!
    Mio marito è uomo, se fosse stato buzzurro... subito alla rieducazione!!!
    Scusa se la metto sul ridere, ma alle volte è l'unica cosa che si può fare riderci su!!! ;D

    RispondiElimina
  5. Fare l'amore bene e spesso per me è troppo importante per la vita di coppia. Se qualcosa non va bisogna parlarne eccome! :)

    RispondiElimina