lunedì 4 luglio 2016

DI SOLDI, CASTIGHI E VEDETTA LOMBARDA :-)

E' stata espressa dalla  PAT una lieve preoccupazione riguardo l'eccessiva gentilezza dei recenti commenti del nostro buon amico Vedetta. Questo mi ha dato lo stimolo giusto per pubblicare qualcosa che gli consentirà di ripescare l'ex tredicenne che vive in lui :-D e darci giù di scure - non senza motivo peraltro. Vedetta, tranquillizzami la Pat, via.

(Questi scambi interblog mi piacciono assai, sembriamo un villaggio di comari!)

Orbene, veniamo a noi.

Come sapete giovedì scorso Ric ha chiesto e ottenuto il permesso di avere alcuni amici a dormire da noi (foto nel post di venerdì)

La mattina seguente il Ric doveva portare il NIn in oratorio e poi prender l'autobus per andare a scuola dove sta seguendo i corsi di recupero di matematica.
Alle 8.00 iniziano ad arrivarmi messaggi che non ha soldi per il biglietto e che quindi non va. Non c'è stato modo, pensate: nessuno aveva 3 euro da prestargli manco facendo colletta.

Piiiiiripiiiiii!!

Insomma scambio di messaggi furioso, alla fine la lezione salta.
Non che non ci abbia provato: è arrivato fino alle metro e ha cercato di scavalcare (!). Quello che mi manda in bestia è la mancanza di un minimo di organizzazione, di coscienza.

La sera arrivo a casa carica come una mina e (vi risparmio il pippone) gli dico che:
a) a scopo punitivo, è consegnato in casa fino alla fine del corso
b) a scopo educativo, visto che non sa gestirsi i soldi che gli piovono gratis dal cielo tanto da tenersi il necessario per un biglietto della metro quando gli occorre, da questo momento in avanti, quello che gli serve se lo deve guadagnare lavorando per me.
Lui cerca di dirmi che è colpa mia, perchè sono IO che non gli ho dato i soldi... ma quando gli ho chiesto se voleva che gli frugassi nel portafoglio ogni giorno per capire se aveva soldi, ha subito cambiato versione. Andiamo avanti a discutere per un bel po', non demordo e per esplcitare il concetto gli faccio portar giù pattumiera e tutta la differenziata, pagandolo ben 1 euro. (non vi dico la sua faccia)
Questo, venerdì sera.

Sabato mattina passa senza che lui cerchi di guadagnarsi compensi, sabato pomeriggio niente (e considerate che era a casa consegnato). Domenica mattina mi dice che "deve" andare a messa (!!!!) perché un loro amico, un giovanissimo seminarista che veniva nelle scorse estati in oratorio a dare una mano, è passato da "Jack" a "Don Giacomo" e veniva a celebrare nella nostra chiesa per festeggiare. Jack lo conosco, è un carissimo ragazzo, era diventato molto amico di tutti gli animatori fino a quando non è stato ordinato Diacono e non è più potuto venire da noi. Quindi OK Ci sta. Senza contare che andare a messa per lui è praticamente una punizione doppia.

Noi nel frattempo ci accordiamo con alcuni amici per andare in piscina. Alle 11.30 inizio a telefonargli per vedere a che ora arriva a casa (ormai la messa doveva essere finita) e per un'ora buona non ricevo risposta. Ne io ne il GG riusciamo a metterci in contatto. Incazzati come caimani entrambi facciamo per scendere a cercarlo (anche solo per fargli lo scalpo!) quando finalmente si palesa con una telefonata. Ehhhhh si son in oratorio mangio qui, c'è il pranzo per Jack. E me lo dici alle 12.30 brutto cogl... brutta test.... brutta bestia? Prima di tutto sei consegnato, quindi cosa ti fa pensare di poterti fermare a tuo piacimento. Secondo, era un pranzo in cui tutti portavano qualcosa, tu non hai avvertito quindi stai andando a scrocco a far la figura del barbone! E a farla fare a me!!! Tutti lo sapevano da settimane, come mai tu - dici - di averlo saputo solo stamattina? Bontà del GG, concordano che può fermarsi a pranzo ma che alle 14 deve essere a casa, con tanto di telefonate di verifica a orari random sul numero fisso. Per me, lo portavo in piscina coi bambini per un orecchio.

Prima di uscire passo in cameretta e trovo un pacchetto di sigarette sulla sua scrivania, che sequestro (e mi fumo alla faccia sua) immediatamente. Senza contare che la sera precedente, noi eravamo fuori a vedere la partita con amici, e lui ha ordinato la pizza. Ora, ma se venerdì mattina non aveva i soldi del biglietto, e ne io ne il GG glie ne abbiamo dati, come ha pagato sigarette (vabbè, pacchetto da 10) e pizza??

Idee? Supposizioni Sospetti?

E' presto detto: ha attinto dal salvadanaio di suo fratello.

Cioè, io gli dico che deve guadagnarsi il suo danaro, e lui che fa? Ruba le monetine a un bambino di 9 anni.

IO LO AMMAZZO. TENETEMI PERCHE' LO AMMAZZO.

47 commenti:

  1. Minkia .. puffola.

    Guarda ti dico onestamente .. il post procedeva abbastanza liscio ed anche simpaticamente ( per la serie "simpatica canaglia" ) fino a quando non sono uscite le sigarette. E lo stronzone ha 16 anni ( non so nemmeno se li abbia compiuti .. forse sono ancora 15 e tre quarti ma diciamo anche 16 ).

    Allora fumare fa malissimo a tutte le etá ...

    Fumare ( di nascosto o anche palesemente) a 16 anni in etá di sviluppo è da coglioni.

    Aggiungici anche le birre che circolavano qualche post fa .. e abbiamo un quadro che comincia ad essere non dico preoccupante .. ma quanto meno incazzante ( ma il marito in tutto questo che stracázzo fa ? detto molto elegantemente ).

    AGGIUNGICI ANCHE

    Che ha avuto anche la faccia di bronzo ( o altro) di RUBARE i soldi per le sigarette dal salvadanaio indifeso del piccolo ninnoletto ( forza ninnolo ! ) e ne abbiamo a sufficenza quasi quasi per malmenarlo.

    Cio' detto sono contrario alla violenza.

    Quindi ora cosa stra-cazzo farai ?

    Sto Riccardino qua comincia a preoccuparmi.

    E poi diciamola tutta ... si veste anche alla cazzo di cane, ha la maglietta da ghetto del bronx con le foglie di mariuana sopra (foto precedente) .. adesso gli hai fatto fare anche i capelli rasta ( con desiderio di farsi i dread-lock).... eccheccazzo !

    Lo so che sull' ultima cosa mi dirai .. va bene il look non c'entra anche se si concia come un barbone non vuol dire ( PERO' MOOOOOLTO DI FREQUENTE IL DISORDINE ESTERNO RIFLETTE UNA CONDIZIONE INTERNA ).


    IO COMINCEREI AD USARE LE MANIERE FORTI.

    Ma porca pupazza ha solo 16 anni e ha giá di questi problemi attitudinali !!! Quando arriva a 20 cosa fa .. si dedica a furti, spaccio e rapine in banca ?

    Occhio anche alle cassette dell' elemosina in chiesa.. potrebbero essere una tentazione per il ric... potrebbe usare la sua abilitá stile rubinstein per rifornirsi di cash a spese della parrocchia.

    Sono stato troppo duro ?

    Non lo so...

    Ai posteri l' ardua sentenza... c'e' da rimpiangere i bei tempi quando il ric era ancora un semplice PG !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ohhhh sono in estasi, non ti sei fatto attendere :-)
      Bene tu hai fatto la tua parte ora io faccio la mia.

      Io ho iniziato a fumare quando avevo 14 anni :-(
      è da coglioni, lo so.
      Le cose che tu dici sono anche giuste, mica no (a parte abbigliamento e capigliatura, che non so dove vedi il disordine nelle treccine tirate e perfettamente simmetriche...) però posso dirtelo?? Sembra di sentir parlare mia nonna. Nel senso... parli un po' per luoghi comuni, a livello teorico. Ma tra teoria e pratica.... per esempio, tu quanti adolescenti VERI conosci e/o frequenti? Al di la dei blog? Perché ti sfugge che non è il Ric ad essere così. Sono TUTTI così. Tutti fumano, ad esempio, purtroppo. Sembra essere una fase, come i NO dei 2 anni e i perché dei 5. Non significa che saranno tutti tabagisti in futuro. La maggior parte poi smette. Bere anche fa male. Ma io presi la mia prima (ed unica vera) ubriacatura che ero più giovane di Riccardo. Il tuo ragionamento sul "cosa farà quando arriva a 20 anni" fa acqua, perché no si tratta di una progressione ma di sperimentare il proibito... un po' come uno che fuma uno spinello non diventa necessariamente un eroinomane, mi segui? Certo se lo beccassi con uno spinello lo ammazzerei, su qui non ci piove. E tieni presente che uno dei motivi - non dichiarato - della punizione sui soldi era proprio quella di levargli i fondi per le Camel. Vedremo se nascondere il salvadanaio sarà sufficiente!

      Quanto al disordine invece concordo: il Ric purtroppo è come me, il dna non perdona: casinisti dentro. Confusionari, caotici, gran fatica a rispettare le scadenze e a dar soddisfazione all'autorità. E' il mio ritratto, diciamocelo. E gli è andata bene: GG è stato un adolescente pure peggiore. Io glie lo dico sempre, specialmente per quanto riguarda la scuola. Ha bisogno di farsi un quadro, uno schema, di darsi delle regole e seguirle, perchè la disciplina (non nel senso del comportamento), non gli viene naturale esattamente come a me. E come mio marito. Solo che alla sua età non è un concetto che faccia molta breccia, benché io continui imperterrita a presentarglielo. Poteva prendere da quella precisina puntigliosa della nonna... ma niente.

      Ieri sera ho approfittato della situazione per fargli un discorsino, dal titolo "oggi devi costruire l'uomo che sarai"... vedremo se almeno un 10% è penetrato.

      Elimina
    2. Bentornato Vecchio Vedetta!
      Ci stavi facendo preoccupare
      A te Puff non so che dire, so solo che io inizio a farmela un pò sotto.
      Se con quello grande sono quasi sicura che questo tipo di problemi non si presenteranno - ha una coscienza terribile che gli morde il culo!! - per gli altri due non ci metto manco un pelo sul fuoco, figuriamoci una mano!
      L'esempio, il condizionamento ambientale, l'indole, la genetica, l'influenza del gruppo dei pari, troppa severità, troppo permissivismo, troppi cartoni animati visti o troppo pochi, i libri letto o non letti....chissà qual è il mix giusto?!?!
      Non lo so.......
      So solo che ci vuole calma e sangue freddo....e un alibi di ferro!!
      Un abbraccio

      Elimina
    3. Commento anche qui, va!
      Io sono una persona mooooooolto rigida e intransigente pero' credo che sia normale per la sua eta'. Ok, ok, il fumo fa molto male, io stessa non ho mai fumato e sono molto molto molto contraria, pero' cosa vuoi fargli? Tagliargli la testa? Non lo puoi fare, e' un'eta' questa in cui se tu, genitore, ti imponi sbagli, se non ti imponi sbagli con te stesso... Non e' facile. A mio parere i soldi ce li aveva, non aveva voglia di andare a lezione e ha detto di essere al verde... Tutto qui.

      Elimina
    4. se tu, genitore, ti imponi sbagli, se non ti imponi sbagli con te stesso...

      Ecco. Bravissima, non avrei saputo dirlo meglio

      Elimina
    5. @Impe: per l'alibi casomai posso contare su di te? :-D

      Elimina
  2. Guarda ... le birre gliele avevo anche fatte passare ( ma a quell' etá fanno molto male.. )... ma le sigarette proprio no.. capisco la curiositá del proibito d'accordo .. ma tra il provare a fumare sputacchiando una sigaretta per sapere cosa si prova ( e non toccarne piú ) ed il comprarsi i pacchetti di camel per fumarsele di nascosto rubando i soldi dal salvadanaio del fratellino minore .. ne corre... ed anche tanto.

    Ah .. e non ho voluto commentare sul fatto che avesse cercato di saltare i tornelli in metropolitana... lo sai se lo beccavano quanto gli sarebbe costato di multa ?

    Ma lasciamo perdere... perché poi .. com al solito .. il "totale" è sempre una somma di tante cose.

    DOMANDA A MARGINE :

    Che segni astrologici avete voi allegri compagnoni della puff-famiglia ?
    Tu...Ric.. Nin .. GG

    Secondo me tu potresti essere gemelli ... il ric lo vedrei molto del segno dello stronzo... il ninnoletto potrebbe essere un gemelli o toro anche lui poiche' ti somiglia di piu' come carattere e il marito non ne ho idea.

    A te la (non tanto) ardua risposta.

    :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh ma lo hanno beccato Vedetta, e lo hanno spedito fuori.
      Comunque non fuma di nascosto.

      Sui segni non ci hai proprio preso per niente.
      Ric e il Nin sono entrambi Leone, e voglio dire... era evidente! Circensi sul palco da tenerissima età! Cos'altro potevano essere?
      Io sono Saggittario: non stressiamoci ragazzi, prima o poi tutto si aggiusta.
      Il GG è del Toro: concreto razionalista.

      Elimina
    2. Allora procediamo con ordine .. io e il GG abbiamo lo stesso segno, il che è tutto dire.

      In secundis :

      Tu che sei fumatrice ... e tuo marito non so .. mica fumate in casa o anche in pubblico davanti ai ragazzi ?

      Non voglio puntare alcun dito eh si badi bene.. io non sono nessuno per giudicare alcunché... pero' lo sai che i ragazzi iniziano a fumare per 2 motivi :

      (1) emulazione dei grandi
      (2) pressione del gruppo adolescenziale

      Visto che fumare è la cosa piu' schifosa e innaturale che possa esistere a questo mondo .. quando i ragazzi iniziano lo fanno per emulazione.

      Boh....

      Elimina
    3. Ric sapeva che fumo. Non mi facevo vedere davanti a lui o in casa, ma comunque lo sapeva. Questo purtroppo può aver influito ma andando avanti così alla fine sarebbe un po' come dire che è colpa di mio papà, che fumava in casa, e quindi ha spinto me che ho spinto Ric... risaliamo ai dinosauri.

      Elimina
  3. Mi permetto di dissentire. Non tutti gli adolescenti sono così.
    I miei due figli più  grandi hanno 17 e 15 anni. Ed escono coi loro amici, tutto sommato simili a loro, hanno anche loro la pettinatura all'ultima moda e vanno dove c'è  movimento.
    A scuola promossi, se no si rovinano l'estate. Cioè  non potranno organizzare ciò  che a loro piace(il più  grande è  appena stato con due amici una settimana al mare da solo)
     Bere? Inizia adesso con qualcosetta il più  grande, lo stesso che mi ha fatto il discorso che se beve troppo poi sta male e si dimentica, e allora che senso ha? E' divertirsi?
    Sigarette? Sono avvantaggiata dal fatto che noi non fumiamo, e loro neanche, come non sanno di fumo i loro vestiti.
    Ragazze? qualcuna gira, ma nulla di serio sotto i miei occhi. Il più  grande ha affermato con forza che lui ha solo 17 anni, ha tante cose da fare prima di legarsi a qualcuno.
    Pagarli per portare giù  l'immondizia?! E ci mancherebbe, vogliono essere considerati grandi, e allora aiutino in casa.
    per essere pagati devono fare qualcosa di particolare, tipo dare il bianco o aiutare il papà in ufficio.
     Io e mio marito eravamo anche noi così alla loro età, e ci divertivamo lo stesso, i nostri obiettivi erano girare il mondo, anche se con un sacco sulle spalle. Non so se ora saremmo considerati noiosi e bigotti, ma noi ci siamo sicuramente divertiti.
     Leggendoti penso che questo abbia il suo peso.La mia asticella dell'indulgenza verso i loro comportamenti è  fissata molto al di sopra di cosa racconti.
    È  vero coi figli ci vuole fortuna, ma  secondo me contano anche i messaggi che passano anche a livello non verbale.  Probabilmente io non sarei accondiscendente se avessi un figlio che fa come il Ric. Probabilmente perche certe cose a suo tempo non le ho fatte e continuo a non condividerle. E loro lo sanno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No certo, il mio era un discorso di massima per dire che un sedicenne che si fa due birre non è che debba necessariamente diventare un delinquente. Il discorso di pagarlo per la pattumiera era per dargli li via: l'ha sempre portata gratis, così come si è sempre rifatto il letto ecc....

      Io onestamente una certa dose di ribellione in un adolescente la trovo sana. Non dico che sia il tuo caso, non mi sognerei mai!! però ne ho conosciute di mamme che mio figlio non beve non fuma e non fa niente di male, quando poi io quel figlio li lo vedevo in giro... e ti assicuro che non era proprio come la mamma immaginava.
      Tutto sommato preferisco saperle, queste cose.
      Certo se poi non fumasse sarei molto più felice.

      Elimina
    2. Poi per esempio io a 17 anni in vacanza da solo non lo avrei mandato nemmeno dipinto. Penso che quella che tu chiami tolleranza dipenda molto anche dalle nostre attitudini personali.

      Elimina
  4. Sono totalmente d'accordo con Valgi.

    Puffola aggiungo solo una cosa... cogli l'occasione per dare il buon esempio al ric e salvare il ninnolo che è ancora esente dal fumo, perché non decidi anche tu di prendere la palla al balzo e smettere ? Ti fa solo bene...

    L' esempio vale molto piu' di mille parole ... mi sembra importante fermarlo sugli inizi prima che diventi "dipendente" dalla nicotina e dalle altre schifezze chimiche che i commercianti di fumo inseriscono nelle sigarette per renderle piu "additive" possibili.

    Pensa anche al ninnolo. Se venisse circondato da fumatori non avrebbe scampo e diventerebbe fumatore anche lui.

    RispondiElimina
  5. Ho letto anche il tuo commento successivo.

    Anche quello che dici tu è giusto... non sempre le apparenze corrispondono alla realtá dei fatti.... ed hai anche ragione a voler saper le cose in modo da poterle tenere sotto controllo.

    Il fumo e' è molto reale .. e fa molto male...

    Anche l' alcool a quella etá .. ovviamente .. pero' ora mi sembra che la questione fumo sia da affrontare subito e stroncarla senza pietá .

    ciao

    :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono stupita Vedetta. Davvero consideri le sigarette il peggio, tra tutto questo? A me sciocca di più l'apparente assoluta mancanza di responsabilità e considerazione.
      Tu come eri da ragazzo?

      Elimina
    2. Tranquillo Andretta,

      Molto tranquillo, mi piaceva studiare .. uscire con gli amici, farmi la partitina a pallone amichevole ogni tanto, il tennis anche se ero una schiappa, un po' di bici, corsetta, sport e poi la pizzata con gli amici con la coca cola, sprite, ecc... birra nemmeno a parlarne.. alcool soltanto nelle feste comandate o se c'era qualche celebrazione... e direi che lo stesso valeva per l' intera "compagnia" di amici... ricordo in effetti che ai tempi un po' di curiositá per le sigarette dei grandi la avevo anche io come molti altri .. ma una volta fatto un tentativo di prammatica come è giusto sia e appurato che era una porcheria indicibile non ci ho piu' provato .

      C'e' da dire che in famiglia da noi nessuno fumava e l'ambiente umano influenza tanto credo... e anche nella comitiva di amici e amiche ricordo che di fumatori non c'e ne erano tanti .. forse sono stato fortunato.

      In un contesto diverso magari diventavo una ciminiera anche io. Chi puo' dirlo.

      Puffola ma tu in piscina o quando corri o fai le scale o in qualunque attivitá sportiva non ti rendi conto che ti manca il fiato ?

      Prova a smettere e vedrai la differenza... lo dicono tutti quelli che fumavano e hanno smesso.

      Elimina
  6. Vecchia nonna bigotta presente, anche se ho solo 33 anni...
    Credo che se avessi un figlio come Ric lo rinchiuderei in casa fino a data da destinarsi e mio marito anche peggio. Però ecco mio marito è entrato in una scuola militare a 15 anni, io sono un'ex adolescente agonista che aveva uno schema di vita più rigido di un ufficiale e sono anche un ex militare...
    Non che non abbia fatto feste o bevuto, del resto arrivo da una delle regioni con più alto tasso di cirrosi epatica...ho pure scroccato qualche sigaretta in giro, ma molto più vicino ai 20 che ai 15 anni e poi a scuola ero impeccabile, nello sport ero ligia ad ogni allenamento o gara, non venivo di certo pagata per aiutare in casa (e ci mancherebbe! Quando qualcuno inizierà a pagare me allora ne riparliamo...) e quindi se ogni tanto facevo festa l'unica che mi diceva qualcosa ero io stessa!
    Non so poi quanto c'entri il carattere di una persona, lo vedremo di certo con il Nin tra qualche anno, nè vuol dire molto che tutti gli adolescenti sono così. Io te lo dico sinceramente mi sentirei di aver fallito qualcosa nell'educare un figlio che si comporta costantemente in questo modo. Ma tu cara Puff mi sembri comunque abbastanza serena e quindi se tu credi nel tuo progetto educativo, io ti stimo e ti rispetto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No è che tra il dire e il fare... ci sono molte considerazioni (oltre che il mare!!) Pure io ero talebana, in teoria. Poi quando ti ci trovi è altra questione. Un po' come quando non siamo mamme, siamo tutte brave ad addormentare i bambini... poi quando capita a noi finiamo coi figlioli nel letto fino a 3 anni :-D
      Questa me la sono scampata grazie a dio, ma era per dire.

      Io ho le mie idee e convinzioni, e una educazione diciamo di tipo militare non ne fa parte. Di base. Poi ci sono casi e casi, e penso che l'atteggiamento nei confronti del Ric si inasprirà non poco nei prossimi tempi. Sono arrivata al classico "e mo non te ne lascio passare più manco mezza".

      Sono abbastanza convinta che sia necessario, ma non sono necessariamente convinta che sia un bene.

      è QUESTO che io considero un fallimento: dover ricorrere alla coercizione. Certo un figlio chiuso dentro casa non beve non fuma non ha morose... ma non vive. E non è questo il mio scopo. Prima o poi il naso fuori i ragazzi devono metterlo e presto o tardi l'incontro con i "pericoli" avviene, chiamiamoli alcol, fumo, droga, cattive amicizie, morose invadenti, chiamatele come volete. Come potranno tra 10 anni avere gli strumenti se non se li costruiscono adesso, anche sbagliando? E' questo il mio convincimento. Probabilmente ho sopravvalutato le mie e le sue capacità di instaurare un dialogo a doppio senso, anziché unico.

      Elimina
    2. Hai ragione, non posso certo saperlo. Però di certo conosco il mio carattere e quello del consorte, siamo piuttosto inclini ad amare le regole il che però non coincide nel non lascar vivere i bambini, anzi.
      Però ci sono dei limiti e uno fra questi è l'andare bene a scuola, se li sgarri non hai diritto a nient'altro. Non credo che il dialogo basti, i limiti ci vogliono per lui, come per un bimbo di due anni, come per gli adulti.
      Se il dialogo bastasse non servirebbero leggi e punizioni per avere una società che sia quantomeno civile. No?
      Poi non lo so, chissà cosa succederà con i miei figli e con il tuo Ric nel futuro. Ma se c'è una cosa di cui sono grata a mia madre è di avermi educato secondo certe regole, poi a vivere ci ho pensato da sola...

      Elimina
    3. Mi devo un po ritarare, ho paura.

      Elimina
    4. Cara non pensare che le mie riflessioni siano rivolte a te. I commenti in disaccordo mi spingono a riflettere, e mi sono molto utili :-*

      Elimina
    5. Nono, non lo penso affatto, altrimenti non mi permetterei di scriverti in sincerità.
      Trovo anche io molto costruttivo leggere qualcuno che vede la questione in modo differente.

      Elimina
  7. Puffola.. ma sulla opzione .. "smettere di fumare anche te per dare il buon esempio?"

    NO ?

    Pensaci...

    RispondiElimina
  8. Certo, può  essere che mio figlio combini cose che non so e per questo cerco sempre di osservarlo con spirito critico.
    Quanto all'andare una settimana in vacanza a 17 anni, se la sono cavati egregiamente, cucinando anche in casa da soli, oltre a sapere prendere, da soli, un treno che ce li portasse e lasciare la casa in ordine.  Dopotutto il prossimo anno sarà  maggiorenne, deve sapere essere responsabile.
     Ma mi viene una domanda. tu dici che una certa dose di ribellione in un'adolescente sia sana.
    Ma, se già uno può  fare più  o meno tutto in casa come si attua la ribellione?
    Per me, ed è  la mia scelta educativa, i ragazzi traggono maggiore soddisfazione nell'essere autonomi. Se sei autonomo sei libero.
     

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non intendevo dire che il tuo fa chissà che, ci mancherebbe. La mia idea è che certe cose prima o poi si fanno. Se devi mentire x farle, aggiungi solo una dose di pericolo. Costringendolo a venire allo scoperto prima di tutto ho un maggior controllo, e poi magari levi quel po di brivido di proibito che rende tutto più interessante

      Elimina
  9. "Sono tutti finocchi col culo degli altri"...scusa sono ancora in modalità citazioni. Non posso aggiungere altro.
    ps: mio padre fumava come una ciminiera. Io e i miei fratelli non abbiamo mai fatto un tiro...per dire che a volte l'esempio sbagliato serve per capire di non ripetere certi errori.

    RispondiElimina
    Risposte
    1.  Volete i commenti o non li volete?. Se li chiedete poi non ci si può
        irritare se gli altri  scrivono ciò  che pensano.

      Elimina
    2. Non sono irritata. Non pensavo di averti dato questa impressione

      Elimina
    3. Scusa, ti ho accumunato al commento della Pat.

      Elimina
    4. Valgi per carità credo che ognuno sia libero di scrivere ciò che pensa, specialmente in un blog come questo della Puff dove è lei la prima a raccontarci la verità nuda e cruda senza ghirigori.
      In linea di massima la penso come te, ma forse sono stata semplicemente fortunata ad avere un figlio come i tuoi e mi viene facile giudicare male chi è diverso da me. Ma spesso mi chiedo: e se fossi al suo posto?
      E se mi conoscessi sapresti che ogni tanto cerco anche di smorzare un po' i toni con una battuta... :-)

      Elimina
    5. Vedo che la Pat ha risposto da sola, aggiungo solo che qui, siccome sono Liberal come dice Vedetta :-) tutte le opinioni sono benvenute ed ugualmente accettata, quella di PAT come quella di Valgi, quella di Vedetta come quella di chiunque altro.

      Elimina
  10. Puffola... puffola...

    Ascolta i commenti saggi di noi commentatori che ti vogliamo bene ... se devi "ritararti" come hai detto anche tu ... per rimettere un pochino in riga il riccardo o quanto meno per evitare ulteriori sbracamenti .. fallo .. e non aver paura.

    Non sará facile .. e non è nemmeno detto che tu riesca in pieno nell' obiettivo ... secondo me sulla questione fumo sei ancora in tempo se ti ci metti di impegno e la pianti anche tu (che ti fa bene).

    Sul resto ... realisticamente ... se giá riesci a contenerlo ed evitare ulteriori smottamenti verso il basso puoi ritenerti soddisfatta, il Ric per come la vedo io ha la personalitá della palla di neve... hai presente cosa succede alla palla di neve lasciata rotolare giú da un sentiero nevoso ? Ecco..

    Comunque secondo me puoi ancora farcela... ma basta auto-giustificazioni ... questa cosa dello spirito ribelle che ripeti come un mantra (nel tuo caso) non ha senso .. tra tutte le blogger che seguo sei quella genitorialmente e pedagogicamente piu' liberale che conosca. Il Ric non ha nessuna ragione di mostrarsi insofferente poiché non è in prigione, gli fai giá fare praticamente tutto quello che vuole ed anche di piu'... ma rispetto a cosa dovrebbe ribellarsi ? Dai non scherziamo .. amica mia ... sociologicamente si parla di maglie larghe della normalitá ... nel tuo caso sei giá bella larghetta... fidati .. se il Ric ti incarta con la storia della ribellione ed apri ancora, alla prossima spallata scivola definitivamente via e cade in acqua.

    E aggiungo un'altra cosa tu secondo me sei giá stata brava a mantenergli quel minimo di controllo attorno senza fargli pesare la "rete" .. è importante non essere pesanti e non essere pedanti .. questo è vero .. ma ad un certo punto la rete per quanto "invisibile" deve sostanziarsi altrimenti non serve.

    Va bon dai .. è inutile parlarne troppo perché poi alla fine il problema lo hai tu sotto le mani e noi altri possiamo dire quel che vogliamo ma rimangono chiacchiere al vento .. e come disse una volta anche la mitica Emily... con i figli è anche questione di fortuna ... diciamo che almeno col ninnolo (da quel che sembra) non corri rischi.

    RispondiElimina
  11. caspio, in questo tuo post ho trovato la dolcezza di una camionista turca... =D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh sul serio???? ti sono sembrata dura??

      Elimina
  12. Ho letto tutto e tutti i commenti...mi viene in mente solo che "Io Puff scappo" non cercate di fermarmi...voglio non esserci quando questo succederà anche a me...perché succederà di sicuro...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non farti spaventare, vedi che ce ne sono anche di più tranquilli del mio!

      Elimina
  13. Tralasciando il fatto che - "ma quando gli ho chiesto se voleva che gli frugassi nel portafoglio ogni giorno per capire se aveva soldi, ha subito cambiato versione" - sei un fottuto genio, e' molto probabile che i soldi li avesse e ti aveva detto di non averne per non andare a lezione...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che non ci avevo pensato?

      Elimina
    2. Ma infatti Puffola... anche questa storia che ha provato ad arrivare alla metro a saltare i tornelli e lo hanno beccato e mandato indietro (senza multa) fa acqua da tutte le parti.

      Te ne ha raccontata un'altra delle sue.

      Se lo beccavano davvero .. ti portava a casa un "piacevole" ricordino ATM di quelli da pagarsi in posta col bollettino ... hai presente ?

      Elimina
    3. No, guarda, spiace dirlo, ma agli italiani le multe non le danno. Solo agli extracomunitari. E comunque ha confessato lui di aver messo le mani nel salvadanaio, perché lo avrebbe fatto se non fosse stato vero?

      Elimina
    4. Ah ecco ... questa novitá non la sapevo minga.. ecco perché la ATM è in continuo dissesto... stile "profondo rosso".

      Che paesello di merda che è diventato pian piano l' itaglia ( notare la G denigratoria prego).... il lento declino italico è iniziato con l'avvento del nano merduscone e non si è piu' fermato..

      Poi comunque .. cosa c'entra il fatto che abbia confessato di aver rubato i soldi dal salvadanaio del ninnolo ?

      I soldi andavano per sigarette e menate varie...

      Il fatto di non voler andare al corso di recupero ed essersi inventata la storia di aver cercato di entrare saltando i tornelli tanto per infinocchiarti è assolutamente slegata dallo svaligiamento nel salvadanaio del ninnolo.

      Sei una che si lascia infinocchiare facile te .. cara puffola.

      Se dovessi paragonarti a qualcosa da mangiare direi che sei un cioccolattino pralinato con semini di finocchio .. che metaforicamente vuol dire ... hai la "forza" e resistenza del cioccolato d'estate .. e la tendenza a farti infinocchiare del finocchio.

      BOCCALONA !

      Elimina
  14. Fase educativa difficile...e hai tutto il mio sostegno a distanza, solo che la tua descrizione è anche un po' comica. Cioè, mi hai fatto sorridere per le parole che hai usato!
    Coraggio...e non ammazzarlo! :-)

    RispondiElimina