giovedì 22 ottobre 2015

DISCORSO CON L'ADOLESCENTE

Mio caro figliolo adolescente,
ci sono alcune cose sulle quali dobbiamo capirci.
Innanzitutto io non posso concederti permessi se non sono al 100% certa senza ombra di dubbio che nemmeno una giuria americana dei telefilm che tu non ne abuserai. Ho bisogno di sapere che sei maturo e che sei responsabile. Se a casa fa il cazzone, non ti fai il letto nemmeno quando te lo chiedo, i tuoi vestiti sono tutti sparsi in giro, il tuo armadio è la guerra atomica, la tua scrivania quella nucleare, studi una volta si e una no, dimentichi le cose e non onori gli impegni scolastici, come posso io essere certa che il tuo grado di maturità sia sufficiente a consesntirti di fare cose PERICOLOSE senza metterti inutilmente a rischio?  

Quali cosa pericolose!

Andare a ballare dove gira alcol fumo droga e pasticche è PERICOLOSO amor mio, esistono rischi per la tua stessa vita.

Ma cosa c'entra con il letto fatto e l'armadio! E' tutto un'altro livello. 

Concordo. Concordo perchè è la stessa obiezione che facevo io ai miei quando mi facevano questo tipo di discorso. Ma, Ric mio adorato, una persona o è responsabile o non lo è, in ogni ambito. Se fai una cazzata da irresponsabile a scuola, la cosa peggiore che ti può capitare è che prendi un votaccio, e vabbè. Lo rimedi. Se fai una cazzata da immaturo a judo, la cosa peggiore che ti può capitare è che passi di cintura 6 mesi più tardi. Se fai una cazzata con una pasticca, Ric, rischi di morire. Morire, capisci?? No per finta, sul serio.

Mamma ma lo so, le so queste cose, credimi! 

Sono certa che le sai. Anche il ragazzino che c'è restato secco quest'estate al Cocoricò sono certa che le sapesse. E anche la sua mamma, sono sicura che fosse certa che lui sapesse tutto. Però ora lo piange su una tomba. Io non posso rischiare Ric di ritrovarmi a piangere sulla tua tomba. Non esiste, non posso minimamente correre un simile rischio perchè è troppo grande. So che non lo faresti mai coscientemente. Ma ci sono mille modi. Magari arriva qualcuno che conosci, ti dice che la pasticca non è niente, che è solo caffeina, per stare svegli, ma magari non è vero e nemmeno chi te la propone sa veramente cosa sia. Magari hai bevuto uno (o due...)  gin lemon (grrr) e la tua capacità di giudizio è leggermente offuscata, quel tanto che basta da credere che sia solo caffeina. E sei fottuto. Fottuto Ric. Capisci?

Si, capisco il tuo punto di vista. 

Grazie. E visto che siamo qui, ti dico che mi aspetto un comportamento più responsabile e più maturo in ogni ambito, se vuoi essere trattato da adulto devi  comportarti come tale.

Si vabbè ma non mi devi stare così addosso!

Ti sto addosso? Ok su cosa ti sto troppo addosso??

L'armadio. La scrivania. La roba è mia e me la gestisco come mi pare.

Mi sembra un'ottima cosa. Ma se vuoi gestirti come pare a te, allora devi gestire tutto. Non è che io compro, lavo e stiro e questo va bene, e poi tu ti gestisci come ti pare il disordine estremo in cui molli la roba. Se vuoi che tenga il naso definitivamente fuori dai tuoi armadi, allora ti compri ti lavi e ti stiri i vestiti. Altrimenti non funziona, troppo comodo.

mgrffprpffrrgrmmmmh

Quanto alla scuola......... oggi hai preso 4 in itlaliano!!!!

Si ma tanto non fa media

Questa risposta mi dimostra che non sei ancora maturo e consapevole. Chissenefrega se non fa media. Qui non stiamo parlando della tua media scolastica, qui parliamo del tuo livello di responsabilità. Il punto è che avevi un compito da svolgere e lo hai fatto male. E' il tuo lavoro Ric, il tuo mestiere ancora per qualche anno. Devi rassegnarti che la vita dello studente è questa. Arrivi a casa, mangi, cazzeggi un'ora e dalle 3 alle 7 stai sui libri. Punto. Io pensavo che avessi imparato la lezione. Ti ricordi gli esami di terza media??? Eri sicuro che non potevi prendere più di sette, ma ti sei messo sotto e alla fine hai meritato un gran bel 9. L'anno scorso hai cazzeggiato da gennaio a marzo, e ad aprile avevi 4 materie insufficienti. Ti sei messo sotto e alla fine sei passato senza debiti. La lezione è semplice: cazzeggi, vai male. Ti impegni, i risultati arrivano. Come mai nonostante tu abbia avuto abbondanti prove di questo semplicissimo fatto, ancora non ti comporti di conseguenza?

Eh... fare il cazzone è più facile....

Oh si, infinitamente, lo capisco benissimo. Ciò nonostante, esiste una cosa chiamata "senso del dovere" che le persone mature hanno. Sono sicura che stare 3-4 ore sui libri sia una rottura per te, ma devi farlo perchè è il tuo dovere. E considera anche che se comincerai a comportarti meglio, la tua vita sarà infinitamente più semplice in moltissimi modi. Avrai meno problemi a scuola, sarai più tranquillo, io sarò infinitamente più di buonumore e i tuoi problemi ad uscire, andare, fare, brigare si ridurranno drasticamente. Mettimi alla prova quanto a questo. Tutto ciò detto Ric, spero che tu capisca perchè tuo padre ed io abbiamo deciso che NON andrai alla festa di Halloween.

Ma... ma..... ma....

Niente ma. Mi spiace. E' questione di maturità. E' questione di capire che come ti comporti è scelta tua, ma ogni comportamento ha delle conseguenze. Non è che la cosa mi piaccia, non sono contenta di tenerti a casa. Non sono il tipo. Hai mai avuto l'impressione che fossi una mamma cui piace avere i figli attaccati alla gonnella?

No... quello no...

Infatti, non lo sono. Sono più che felice di vederti crescere. Ma l'anno scorso ho lasciato correre, quest'anno  non lo farò più. Non puoi pensare di fare il lavativo e passarla liscia.

Posso farti cambiare idea in qualche modo?

Puoi provarci. Io apprezzerò moltissimo il tentativo, ma non posso prometterti che ci riuscirai.



23 commenti:

  1. Vedetta Lombarda22 ottobre 2015 13:39

    Va bon dai ...

    Dialogo onesto.

    Quindi praticamente alla fine avete deciso per la "sicurezza"
    e fará l'animatore alla festa all' oratorio .

    Comunque se è capace di quei "recuperi" che hai detto da 4 a 9
    vuol dire che ha buone doti intellettive anzi ottime ... il recupero di materie
    comporta sempre molta piu' fatica da farsi per di piu' in tempi ristretti tipo decollo verticale
    rispetto a se studiasse sempre... nel qual caso deve solo mantenersi in quota.

    Sulla questione ordine .. hai ragione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ce le ha altro che buone, le doti intellettive, ecco perché mi incazzo tanto!

      Elimina
    2. Vedetta Lombarda22 ottobre 2015 13:50

      Si .. si .. hai ragione.

      Ma sai la cosa ... quelli che in genere studiano costantemente
      rientrano in due categorie generali :

      (1) Quelli che hanno capito il meccanismo/metodo per cui si puo' mantenere un livello alto anche con poco sforzo ma bisogna farlo in maniera costante. Se vuoi li puoi chiamare i pigri "smart" nel senso che ottimizzano tempo e risultati.

      (2) Quelli che hanno proprio il piacere di sapere, che è un tipo di sensibilitá che non ti fa pesare lo studio per nulla almeno per le materie che ti interessano davvero e anzi quasi quasi ti diverti.


      Al di fuori di queste due categorie .. la cosa si fa pesante.

      Elimina
  2. PS.:

    Puffola .. va che ho lanciato un sondaggio di lá dalla spettinata
    all' interno della discussione sui figli e il ruolo dei mariti
    e sei invitata anche tu a dire la tua ovviamente.

    Ciao

    :-)

    RispondiElimina
  3. Sai una cosa? Un figio adolescente che ti concede un dialogo così lungo, per me è già una conquista!!!!!

    RispondiElimina
  4. Hanno tutti lo stesso copione questi posseduti dall'adolescenza?! Ma cambiate sceneggiatore, cavolo! Io non ne posso giá più, vorrei cambiare canale, dov'è il telecomando?!?!?!
    Fosse cosí facile, eh?! Giri canale e cambi programma, invece ti tocca, mi tocca, cercare il ragionamento e far capire cose che non saranno capite, almeno all'inizio, perché "gli altri fanno così è tu non capisci, e tu non ti fidi, e in fondo cosa può succedere? Io voglio fare quello che voglio, come voglio e tu non me lo devi impedire, perché io sono un adolescente ed è mio dovere sperimentare, provare, capire cosa mi fa bene o male dopo che l'ho fatto e non perché me lo dici tu. E che male fa il disordine, la sciatteria, il menefreghismo?Ho altro a cui pensare, devo già gestire il mio nuovo mondo sociale, la mia immagine, il modello a cui aderire, sono insicuro e mi sembra di camminare sulle uova, ho paura e pensare troppo mi mette ansia. Lasciami fare, lasciami stare, anzi...no...aiutami, scusami, sgridami, ti voglio bene, voglio tornare piccolo, ma voglio crescere, non so cosa mi succede, non so niente e vorrei sapere tutto"
    Questo è quello che ho capito finora, per lo più confusione e paura, entusiasmo e leggerezza.
    Vorrei parafrasare e modificare Jovanotti: l'adolescenza È paura di cadere E voglia di volare.
    Che dici?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Analisi perfetta! Meravigliosa!! E' esattamente così!!!!

      Elimina
    2. Minkia.....

      o O

      ninin... in virtú del tuo commento cosi' vividamente descrittivo
      della condizione adolescenziale, praticamente da far venire i brividi
      ti conferisco ipso-facto il premio "pelle d'oca" d'oro !

      Ritira il Premio.... la Ninin

      :-)

      Elimina
    3. Lusingata...ho un debole per le oche!

      Elimina
    4. ....e io me la faccio sotto.
      Ma vi rendete conto che ne avrò 3, maschi, in contemporanea, in questo stato di sbattimento???
      Voi siete già i miei guru!!

      Elimina
  5. General Agreement on Tariffs and Trade

    Carissima Puffola,

    se ne hai voglia ci sarebbe il secondo round
    sulla questione della condivisione compiti di la.

    Quella discussione è molto illuminante.

    Grazie

    :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma ce l'abbiamo il permesso della Spetti a occupare il suo spazio???

      Elimina
    2. Evidentemente si ..

      Visto che partecipa anche lei attivamente alla discussione.
      poi, non so te, ma a me piace quando si creano questi momenti di
      discussione e condivisione partecipata e corale.

      Si è creato un piccolo gruppetto simpatico ... no ?

      Io stacco per un po' ..

      a piu' tardi :-)

      Elimina
    3. Bella questa, tipo:
      "Dai, andiamo tutti a far casino a casa della Spetti !!!" =D

      Elimina
  6. "io sarò infinitamente più di buonumore"
    ahahahahahahaha
    carissima, non posso neanche immaginare cosa sia avere un figlio (pergiunta maschio) in eta' adolescenziale.
    In bocca al lupisssssssimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie :-)
      Ma a dirti il vero a me una adolescente femmina fa mooooolta più paura :-)

      Elimina
  7. io già boccheggio dall'ansia, ma mi commuove vedere quanto lungo, profondo e onesto da entrambe le parti sia stato il vostro dialogo.
    brava puff e bravo Ric

    RispondiElimina
  8. osti che sono io l'invidiosa qui sopra...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei tu Pera???? 😃 non invidiami... É andata bene ma non é tutti i giorni Natale...

      Elimina
  9. Tutto già detto, senza risultati.
    Qui ormai siamo passati alla fase successiva degli spiegoni, la pazienza é terminata é subentrata la rassegnazione.
    La fase "arrangiati" noi ci abbiamo provato.
    Ogni tanto bonifichiamo la camera e stop che sia padrone del suo destino.
    Agrimoniachenonriescealoggarsisublogger

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io volevo seguire questa via lo scorso anno con la scuola. Ero certa che fosse la via giusta e alla fine, se avesse perso un anno, problemi suoi. Ma quando siamo giunti al dunque non ho avuto l coraggio. Così l'ho messo sotto. L'ho tallonato e controllato e spronato e sgridato e incentivato e e e e .... e alla fine i risultati sono stati positivi. Però non si può far sempre questo, me ne rendo conto. Ad un certo punto devono arrangiarsi o cadere.

      Elimina
    2. Posso intromettermi?
      @Agrimoniachenonriescealoggarsisublogger... :'-)
      riesco a capirti e a comprenderti... se un genitore arriva a tanto è perchè è davvero stanco...
      vero che è facile da dire quando si è "al di fuori" ma...
      credo che dovresti trovare le forze per fare un altro tentativo, è comunque un figlio, non un estraneo, anche se verrebbe la voglia di...
      con affetto.

      Elimina